Cattedre

Nel quadro della verifica della qualità e dell’attuazione del Progetto Strategico ed Istituzionale dell’Università Pontificia Salesiana, un’apposita Commissione istituita in data 10 febbraio 2005 ha revisionato ed elaborato una nuova nozione di Cattedra proponendo quindi la modifica dell’articolo 39 degli Ordinamenti generali dell’UPS. Nella revisione sono stati tenuti presenti, alcuni criteri: l’importanza primaria della ricerca; la funzionalità, più che alla persona dei docenti, all’Organico della ratio studiorum della propria Facoltà e dell’intera Università, nonché alla necessaria interdisciplinarità; la configurazione propria di una cattedra di una Università Pontificia (Cfr. decreto di approvazione delle modifiche all’art. 39 del 31 gennaio 2007 del Gran Cancelliere Pascual Chavez Villanueva).


Il testo dell’art. 39 rinnovato cita:

«1. Per cattedra si intende un complesso di prestazioni accademiche, fondamentalmente omogeneo, determinabile nell’area specifica di cui si occupa la Facoltà a cui la cattedra appartiene.

2. Le cattedre sono di regola organizzate attorno ad aree o settori disciplinari in modo da concorrere al conseguimento dei fini specifici della Facoltà e a quelli complessivi dell’Università.

3. Nell’ambito del settore o area disciplinare, la cattedra implica un insieme di attività accademiche determinabile in base a tre principali fattori: la ricerca, la docenza, la gestione della Facoltà e dell’Università.

3.1 . In sintonia con le finalità della Facoltà e dell’UPS, l’impegno per la ricerca si concretizza: a) nell’ attuazione di investigazioni scientifiche, personali o in collaborazione; b) nella pubblicazione di opere e nella realizzazione di altri prodotti culturali; c) nella promozione e partecipazione a iniziative di diffusione culturale; d) e in particolare nell’apporto alle riviste dell’UPS, alle pubblicazioni della LAS e all’aggiornamento della Biblioteca Centrale.

3.2. L’impegno per la docenza implica un insieme di attività accademiche determinabile in base: a) all’insegnamento delle discipline fondamentali del settore; b) ai corsi, obbligatori e opzionali, di fatto ordinariamente effettuati, nella disciplina a cui la cattedra appartiene; c) al numero degli studenti delle discipline e dei corsi di cattedra; d) alla guida degli elaborati di Diploma, Baccalaureato, Licenza, Master e, in particolare, di Dottorato; e) alla formazione di nuovi docenti.

3.3. L’impegno per la gestione della Facoltà e dell’Università si concretizza: a) nella partecipazione attiva agli organismi statutari; b) nello svolgimento di uffici di governo; c) nell’assunzione di incarichi universitari o interuniversitari consoni con le finalità dell’UPS.

4. La cattedra è gestita da uno o più docenti, organicamente coordinati tra loro, secondo le esigenze desumibili dagli oneri che ogni cattedra concretamente comporta.

4.1. Titolare di cattedra è il professore Ordinario o Straordinario del settore di ricerca, docenza e collaborazione per cui fu promosso. A lui compete la responsabilità e il coordinamento delle attività di cattedra.

4.2. Sostituto di cattedra è il docente Aggiunto o Stabilizzato che svolge temporaneamente le prestazioni del Titolare di cattedra.

4.3. Titolare di cattedra è un Salesiano.

4.4. Collaboratori di cattedra sono i docenti Ordinari, Straordinari, Aggiunti, Stabilizzati, Invitati e Assistenti che concorrono alla realizzazione degli impegni di ricerca e docenza previsti dalla cattedra.

4.5. I Collaboratori di cattedra vengono nominati dal Senato Accademico su proposta della Facoltà a cui la cattedra appartiene».


 La FSE in base all’articolo 168 degli Ordinamenti «organizza la sua attività accademica di docenza e di ricerca mediante» 8 settori entro i quali si articolano in totale 36 cattedre. All’interno delle cattedre sono collocati circa duecento insegnamenti. Questi si distinguono in corsi, seminari, tirocini, esercitazioni, laboratori che opportunamente scelti costituiscono i curricoli e permettono la realizzazione dei piani di studio.

Di seguito sono presentati i settori suddivisi nelle cattedre e nei vari insegnamenti. Accanto ad ogni cattedra si è scelto di indicare il titolare oppure il sostituto. Si è reputato necessario per alcune cattedre sprovviste di un docente salesiano o di un docente stabilizzato come titolare o sostituto di cattedra indicare un docente come referente. Certe cattedre, causa carenza di personale, sono prive di un “responsabile”. Tuttavia gli insegnamenti o i corsi sono tenuti da invitati qualificati ed esperti che il collegio sceglie di anno in anno.


ELENCO Settori e cattedre

1 Settore di teoria generale dell’educazione: teoria, storia e comunicazione educativa
01 FILOSOFIA DELL’EDUCAZIONE
02 STORIA DELL’EDUCAZIONE E DELLA PEDAGOGIA
03 STORIA E PEDAGOGIA SALESIANA
04 PEDAGOGIA DELLA COM. SOCIALE E MULTIMEDIALE
05 STORIA E LETTERATURA

2 Settore di Metodologia pedagogica e Pedagogia sociale
06 PEDAGOGIA GENERALE e SOCIALE
07 METODOLOGIA PEDAGOGICA EVOLUTIVA E FAMILIARE
08 PEDAGOGIA SPECIALE

3 Settore di Sociologia dell’Educazione
09 SOCIOLOGIA DELL’EDUCAZIONE I: famiglia, giovani, tempo libero
10 SOCIOLOGIA DELL’EDUCAZIONE II: scuola
11 SOCIOLOGIA DELLA RELIGIONE
12 SOCIOLOGIA DELL’EMARGINAZIONE E DELLA DEVIANZA

4 Settore di Didattica
13 DIDATTICA I: Istruzione
14 DIDATTICA II: Metodologia
15 DIDATTICA III: Formazione Professionale
16 DIDATTICA IV: Gestione della scuola

5 Settore di Psicologia dell’educazione
17 PSICOLOGIA GENERALE
18 PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO
19 PSICOLOGIA DELL’EDUCAZIONE
20 PSICOLOGIA SOCIALE
21 PSICOLOGIA CLINICA e DINAMICA
22 PSICOMETRIA
23 PSICOPATOLOGIA
24 PSICOBIOLOGIA E PSICOLOGIA FISIOLOGICA

6 Settore di Pedagogia vocazionale
25 PASTORALE VOCAZIONALE
26 PEDAGOGIA VOCAZIONALE I: presbiteri
27 PEDAGOGIA VOCAZIONALE II: consacrati
28 PEDAGOGIA VOCAZIONALE III: laici

7 Settore di Catechetica
29 EVANGELIZZAZIONE E ANTROPOLOGIA
30 CATECHETICA
31 CATECHESI E BIBBIA
32 CATECHESI E METODOLOGIA
33 PEDAGOGIA RELIGIOSA E ISTITUZIONI
34 CATECHESI E STORIA

8 Settore di Informatica e Ricerca
35 INFORMATICA E TECNOLOGIE EDUCATIVE
36 METODOLOGIA DELLA RICERCA IN SCIENZE DELL’EDUCAZIONE

Nel volume delle Ratio Studiorum si possono avere dettagli ulteriori.