Home > Notizie Eventi > notizie > Formazione universitaria degli educatori a Soverato

Formazione universitaria degli educatori a Soverato

(tratto da ANS) – L’Istituto Universitario Don Giorgio Pratesi di Soverato, in provincia di Catanzaro, Calabria, affiliato alla Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana (UPS) di Roma, ha inaugurato venerdì 21 dicembre il suo primo Anno Accademico.

testo di Veronica Petrocchi

La cerimonia ufficiale è avvenuta nella sede dell’Istituto, alla presenza di donAngelo Santorsola, Superiore dell’Ispettoria Salesiana dell’Italia Meridionale (IME), della Direttrice, prof.ssa Rosa Fiore, del Sindaco di Soverato, Ernesto Alecci, e del Vicario Generale dell’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace, mons. Gregorio Montillo. La prolusione è stata affidata al Decano della Facoltà di Scienze dell’Educazione, don Mario Oscar Llanos, mentre il Rettore Magnifico dell’UPS, don Mauro Mantovani, ha aperto solennemente l’anno accademico.

“Da tempo inseguivamo il sogno di attivare in Calabria un luogo di formazione per professionisti dell’educazione, perché, anche a partire dalla lunga e significativa esperienza dei salesiani a Soverato, esso può costituire un volano di cambiamento culturale orientato alla centralità della persona, all’inclusione e alla promozione della giustizia sociale” ha spiegato la prof.ssa Fiore.

Il Rettore Magnifico dell’UPS e il Decano della FSE, da parte loro, hanno confermato l’importanza di questo polo, “Università degli educatori”, come contributo dell’Università Pontifica Salesiana per la formazione universitaria, all’interno di un territorio ricco di storia, di cultura e di speranze.

L’istituto “Don Giorgio Pratesi” è nato da un’intuizione del Centro Reggino di Solidarietà, del Centro Calabrese di Solidarietà e dell’Istituto Universitario Progetto Uomo di Montefiascone (Viterbo). Esso è dedicato alla memoria di don Pratesi (1920-2000) sacerdote salesiano che fu fondatore della Commissione “Giustizia e Pace” nella Diocesi di Locri-Gerace, e che in un territorio segnato dalla presenza della ‘ndrangheta, seppe operare per favorire la formazione umana integrale dei giovani e di tutta la popolazione, a favore del bene comune. Per ricordarlo, l’Istituto Universitario ha adottato come simbolo l’ulivo, espressione di pace, giustizia sociale e lotta alle mafie.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito: www.istitutouniversitariopratesi.it/ 

You may also like...