EDUCARE SECONDO IL SISTEMA PREVENTIVO

Il 19 novembre 2015 dalle 15:30 in poi, si svolgerà nell’occasione dell’anniversario della scomparsa, il pomeriggio di riflessione in onore di Pietro Braido, uno dei fondatori della Facoltà di Scienze dell’Educazione. L’evento è promosso dall’Istituto di Teoria e Storia dell’Educazione e dall’Istituto di Catechetica della Facoltà di Scienze dell’Educazione. Alle due tavole rotonde, che si concentrano attorno a «L’impegno di educare secondo il sistema preventivo», si aggiungerà la presentazione della nuova edizione del libro di Braido Storia della catechesi moderna, 2a edizione postuma a cura di Giuseppe Biancardi.

 

Il programma del pomeriggio:

15.30 – benvenuto e introduzione: la vita le foto, la voce di don Braido
16.00 – tavola rotonda: modera don Francesco Casella

  • il pedagogista (Carlo Nanni)
  • lo storico di don Bosco (Francesco Motto)
  • la guida spirituale (suor Piera Cavaglià)

17.30 – Il sistema preventivo in azione modera d. Michal Vojtáš. Intervengono:

  • Vittorio L. Castellazzi
  • Rosella Vergata
  • Cesare Bissoli
  • Suor Michela Carozzino
  • Giuseppe Braido
  • Suor Francelina Sanabria

18.30 Presentazione del volume: Storia della catechesi moderna 2a ed. postuma a cura di Giuseppe Biancardi

19.10 S. Messa di anniversario

Link alla bibliografia di Pietro Braido




CORTILE DIETRO LE SBARRE

“Anche dietro le sbarre può rinascere la speranza e respirare la libertà”. Lunedì 19 ottobre 2015 alle ore 15 nell’Aula 02 si terrà la presentazione della pubblicazione “Il cortile dietro le sbarre – Il mio oratorio al Ferrante Aporti. Dialogo con Don Domenico Ricca, salesiano, da 35 anni cappellano al carcere minorile di Torino” di Marina Lomunno. In questo libro-intervista don Ricca racconta la vita quotidiana dei giovani detenuti con i loro drammi e delusioni. Anche dietro le sbarre può rinascere la speranza e respirare la libertà.

Saranno presenti con gli autori: Giuliano Vettorato, Direttore dell’Istituto di Sociologia che modera l’incontro; Il Rettore, prof. Mauro Mantovani; Il decano della Facoltà, prof. Mario Llanos; Aldo Giraudo, docente di storia e spiritualità salesiana; Giovanni D’Andrea, presidente Federazione Salesiani per il sociale.

I diritti d’autore saranno devoluti per progetti di studio e lavoro dei ragazzi del Ferrante Aporti. Scarica la locandina dell’evento…

Dalla presentazione dell’evento da parte del decano prof. Mario Llanos: “Rappresentando i miei colleghi della facoltà di scienze dell’educazione di questa università, mi sento di comunicarvi la nostra intima soddisfazione per il gradevole compito di accogliere un confratello Salesiano che, non solamente ha fatto bene il suo mestiere in tanti anni di servizio ai giovani, ma che oltre a tutto ciò, è capace di rifletterci su, di pensarci, di comunicarci i segreti meandri del suo mestiere. Egli, con questo collegamento con il nostro curricolo di pedagogia sociale, richiama il nostro spirito alla riflessione sui nuovi bisogni educativi e la necessaria azione nei luoghi privati pubblici dove una voce amica, orientatrice e capace di immediatezza, possa trasformare l’oscura gattabuia senza senso, nel bagliore di un piccolo lume di speranza, che l’accompagnamento quotidiano, il dialogo amico, la vicinanza nei bisogni primari e il sostegno nella ricerca della garanzia dei diritti di ogni ragazzo, diventino per lui la base della certezza di potercela fare, di dover uscirne fuori dalle strade storte dell’errore, della manipolazione altrui o del crimine. Grazie Domenico, Grazie Marina, Grazie Giuliano per questo pomeriggio di salesianità vissuta e di educazione realizzata nella fiducia dei grandi educatori del mondo e di Don Bosco”.




SPORTELLO D’ASCOLTO PER GLI STUDENTI UPS

Sportello d'ascoltoFai fatica a utilizzare al meglio le tue risorse? Dal 3 novembre puoi usufruire dello Sportello d’Ascolto riservato agli studenti UPS! Il servizio è offerto dalla Scuola Superiore di Specializzazione in Psicologia Clinica – SSSPC-UPS. Il servizio è gratuito (2-6 incontri ) e offre uno spazio di ascolto riservato e competente per affrontare una propria situazione di disagio. Per informazioni telefonare al numero della segreteria CEPI: 0687290395




CATECHESI E I NEW MEDIA

Tra le diverse iniziative promosse per ricordare il 60° anniversario di fondazione dell’Istituto di Catechetica ha un posto di rilievo il Congresso internazionale: La catechesi dei giovani e i New Media nel contesto del cambio di paradigma antropologico, che si svolgerà il 15 e il 16 Maggio 2015


PROGRAMMA

15 MAGGIO VENERDÌ

MATTINA

IL CONTESTO PROBLEMATICO

ore 08.45: Saluti delle Autorità e Introduzione ai lavori

ore 09.15: Relazioni sul tema: La catechesi oggi. Sfide e problemi

– Norbert METTE, Università di Dortmund – Germania

– Edmund ARENS, Università di Lucerna – Svizzera

ore 11.00 break

ore 11.30: Discussant

– José Luis Moral, UPS

– Ermanno Genre, Facoltà Teologica Valdese – Roma

– Giuseppe Ruta, Istituto Teologico S. Tommaso – Messina

– Luciano Meddi, Università Urbaniana – Roma

Dibattito in assemblea

ore 13.30: Pranzo

POMERIGGIO ore 15.00 / 17.00:

WORKSHOP SULLE METODOLOGIE

in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’UPS

  • Catechesi, new media e radio/TV – Cosimo Alvati, UPS – Roma
  • Catechesi, social network e web 2.0 – Fabio Pasqualetti, UPS – Roma
  • Catechesi e immagine – Renato Butera, UPS – Roma
  • Catechesi e Progetto Giovani “In un altro Mondo” EQUIPE DEL SERVIZIO PROMOZIONE SOSTEGNO ECONOMICO DELLA CEI

16 MAGGIO SABATO

MATTINA

NEW MEDIA ED EDUCAZIONE

ore 09.00: Relazione: New Media: quale antropologia, quale possibile educazione?

– Giuseppe RIVA, Università Cattolica – Milano

ore 09.45: Discussant

– Gabriele Quinzi, UPS – Roma

– Ubaldo Montisci, UPS – Roma

– Rosangela Siboldi, AUXILIUM – Roma

  • Dibattito in assemblea e Conclusioni del Convegno

Avvio ufficiale dell’Osservatorio Catechetico Internazionale

Scarica la locandina del congresso




POMERIGGIO DI STUDIO – SINDROME DI ULISSE

Mercoledì 6 Maggio 2015 dalle 15:00 alle 17:30 in Aula Vecchi (FSE) viene proposto il pomeriggio di studio con il Prof. Joseba Achotegui (Università di Barcellona) sul tema:“La sindrome di Ulisse. Il viaggio psicologico e socioculturale del migrante tra progetti, illusioni e sconfitte”.

Evento è organizzato dall’Istituto di Psicologia in collaborazione con l’Istituto di Metodologia Pedagogica della Facoltà di Scienze dell’Educazione – Università Pontificia Salesiana. Parteciperanno alla discussione il Prof. Luca Pandolfi, docente di Antropologia cultare presso l’UPS e la Dott.ssa Leticia Marin, psicologia presso l’Associazione S.A.L. Il Prof. Joseba Achotegui, psichiatra e psicoterapeuta, per primo ha definito la “Sindrome di Ulisse”. Il Professore è docente titolare dell’Università di Barcellona (Catalogna, Spagna) dove dirige il Corso di Specializzazione in “Salute mentale e intervento psicologico con immigrati, rifugiati e minoranze etniche”. Fondatore e Direttore del SAPPIR – Servizio de Atenciòn Psicopatològica y Psicosocial a Inmigrantes y Refugiados, è Visiting professor nell’Università di Parigi V (Francia) e nell’Università di Berkeley (California, USA)

Scarica la locandina




PREMIO PIO SCILLIGO

Il venerdì 6 marzo 2015 è stato consegnato ai vincitori il Premio Pio Scilligo. L’evento ha avuto luogo nel’aula Juan Vecchi nell’Università Pontificia Salesiana. Il premio Pio Scilligo per tesi di Licenza con l’obiettivo di stimolare la ricerca empirica nell’ambito delle Scienze dell’Educazione è promosso dalla Facoltà di Scienze dell’Educazione e la Scuola Superiore di Specializzazione in Psicologia Clinica (SSSPC-UPS) insieme all’Associazione “Istituto di Formazione per Educatori e Psicoterapeuti 1993 fondata da Pio Scilligo” (IFREP – 93).

La commissione esaminatrice era costituita dalla Prof.ssa Susanna Bianchini, il Prof. Davide Ceridono e la Prof.ssa Sara Schietroma.

Questo è l’ordine di classifica delle tesi vincitrici:

1) Nicoli Marco: Uso e abuso di internet: un’indagine tra gli adolescenti

2) Di Blasi Sandra: Clima familiare ed emancipazione dell’adolescente. Risultati di una ricerca empirica

3) Pavan Giancarlo: L’attaccamento nelle relazioni interpersonali e nella relazione con Dio. Indagine su un campione di preti delle diocesi venete.

4) Castellani Serena: L’adolescenza tra autostima e disagio: un’indagine tra gli adolescenti di Gubbio

5) Lyseyko Tetyana: I processi d’attaccamento nei bambini istituzionalizzati. Una ricerca empirica in Ucraina

6) Falco Federica: Il costrutto dell’attaccamento prenatale: aspetti teorici e ricerca empirica in un campione di donne in gravidanza

Vincitori del Premio Pio Scilligo con gli Organizzatori




WORKSHOP PROF. R.SOLOMON: “PRONTO SOCCORSO PSICOLOGICO”

L’Istituto di Psicologia in collaborazione con la Scuola Superiore di Specializzazione in Psicologia Clinica dell’Università Pontificia Salesiana organizzano Giovedì 26 Marzo 2015 dalle 8:30 alle 17:00 presso l’Aula II il Workshop con il Prof. Roger Solomon sul tema: “Pronto soccorso psicologico: teorie e linee d’intervento”.
 
Il Prof. Roger Solomon è uno psicologo e psicoterapeuta esperto in materia di trauma e dolore. Specializzato in EMDR (Eye Movement desensibilizzazione e rielaborazione), fornisce la formazione di base e avanzata EMDR internazionale. Attualmente svolge attività di consulenza con il Senato degli Stati Uniti, la NASA, e diverse forze dell’ordine.
Il Prof. Solomon ha fornito servizi clinici e di formazione per l’FBI, la sicurezza diplomatica e numerose organizzazioni delle forze dell’ordine statali e locali. Inoltre, ha previsto programmi di intervento per gli incidenti critici, la formazione per le squadre di supporto ed ha fornito servizi diretti in circostanze tragiche quali l’uragano Katrina, gli attacchi terroristici dell’11 settembre, la perdita dello Shuttle Columbia, e l’attentato di Oklahoma City.
La partecipazione al Workshop prevede il versamento di una quota, differenziata per categorie di partecipanti, e l’invio del modulo d’iscrizione scaricabile. La scadenza per effettuare l’iscrizione all’evento è fissata per il 20 Marzo. Al termine dei lavori verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.
 
     – Scarica la locandina dell’evento!;
     – Procedura d’iscrizione; 
     – Modulo d’iscrizione.
  
La giornata sarà strutturata come segue:
08.30 – 09.00 Registrazione dei partecipanti
08.50 – 09.00 Accoglienza e saluto ai partecipanti
09.00 – 11.00 Presentazione teorica
11:00 – 11:15  Coffee Break
11:15 – 13:00 Pronto soccorso psicologico
13:00 – 14:15 Pausa Pranzo
14:15 – 15:30 Teorie e linee di intervento
15:30 – 15:45 Coffee Break
15:45 – 16:45 Esempi pratici di intervento
16:45 –17:00 Sintesi e conclusione.




SEMINARIO DI STUDIO “MAMMA E PAPÀ E LE EMOZIONI DELLA VITA PRENATALE”

Venerdì 30 Gennaio 2015 alle ore 15:00 presso l’Aula “Don Juan E. Vecchi” il Centro Psicopedagogico della Facoltà di Scienze dell’Educazione in collaborazione con l’Associazione Nazionale di Psicologia e di Educazione Prenatale organizzano il Seminario di Studio sul tema: “Mamma e papà e le emozioni della vita prenatale”.
 
Perché una nuova vita possa essere accolta e accompagnata nel suo percorso di nascita e di crescita in un modo più attento, informato e consapevole. Gino Soldera, psicologo psicoterapeuta esperto di psicologia ed educazione prenatale, è fondatore e presidente dell’ANPEP. Da più di vent’anni si occupa di temi legati alla gravidanza e alla vita prenatale e perinatale, dei bambini e della loro educazione. È autore di diversi e innovativi metodi di lavoro, tra questi: ”Generatività”, “Educare prima” ed “Educare ad Essere. È autore di diverse pubblicazioni e di numerosi articoli su riviste nazionali e internazionali. Dirige il “Giornale Italiano di Psicologia e di Educazione Prenatale”  Scarica la locandina dell’evento!



SCOMPARSA DI PIETRO BRAIDO

L’11 novembre 2014 (ore 20.30), è morto don Pietro Braido, noto studioso di don Bosco e del suo sistema educativo. Come ricercatore e professore, insieme a un gruppo affiatato e fervido di giovani colleghi salesiani (L. Calonghi, V. Sinistrero, G. Corallo, P. Gianola, P.G. Grasso e altri),  ebbe un ruolo determinante per l’incremento dell’Istituto di Pedagogia, che dopo il trasferimento a Roma dell’Ateneo Salesiano (1965), venne elevato a Facoltà di Scienze dell’Educazione. Fu decano della FSE per quattro mandati e Rettore dell’Università Pontificia Salesiana dal 1974 al 1977

Nato a Conegliano Veneto (Treviso) nel 1919, entrò nella Congregazione Salesiana nel 1936. Compì i suoi studi filosofici e pedagogici presso l’Istituto Superiore di Pedagogia, sezione della Facoltà di Filosofia del Pontificio Ateneo Salesiano che aveva sede nell’Opera “Conti Rebaudengo” di Torino. Nel 1941 discusse il dottorato in filosofia (Le concezioni tipiche circa la natura della pedagogia) sotto la guida di D. Carlos Leôncio da Silva, che dal 1940 era direttore dell’Istituto di Pedagogia. Nel 1946 si licenziò in teologia con una tesi sullo Sviluppo della critica teologica intorno al metodo apologetico di Maurice Blondel. Ordinato sacerdote (1947) conseguì il dottorato in teologia sui Valori umani di fronte alla fede nella teologia di Emil Brunner (1949).

Maestro riconosciuto e stimato, il suo nome è noto soprattutto per gli studi fondamentali nel campo della pedagogia salesiana e del “sistema preventivo” di san Giovanni Bosco. Ma la sua vasta produzione scientifica spazia dalla filosofia dell’educazione, alla storia della pedagogia e della catechetica.

Nel 1973, insieme a Pietro Stella e Raffaele Farina, promosse il Centro Studi Don Bosco. Nel 1982, su mandato del Rettor Maggiore d. Egidio Viganò, fondò l’Istituto Storico Salesiano e la rivista Ricerche Storiche Salesiane, che diresse e animò con intelligenza e chiarezza di idee, costituendo attorno a sé un piccolo ma fervidissimo gruppo di studiosi.

Link alla sua ricca bibliografia sul sito del  CSDB




CONGRESSO DI PEDAGOGIA SALESIANA


CONVEGNO INTERNAZIONALE DI PEDAGOGIA SALESIANA, 19-21 MARZO 2015, ROMA SALESIANUM / UPS          “Con Don Bosco educatori dei giovani del nostro tempo”

Finalità:

Consapevoli che “Dio ci sta attendendo nei giovani per offrirci la grazia dell’incontro con Lui e per disporci a servirlo in loro, riconoscendone la dignità ed educandoli alla pienezza della vita” (CG 23, 95), siamo certi che anche per noi l’educazione della gioventù è la missione più grande e divina a cui il Signore ci chiama (MB XIII, 629). Convinti che per realizzare la missione educativa che il Signore ci affida al seguito di Don Bosco dobbiamo imparare a coniugare “passione educativa” e “competenza pedagogica”, nell’anno Bicentenario della nascita di Don Bosco, vogliamo realizzare un efficace cammino di riflessione, di scambio, di confronto, per accrescere conoscenza, comprensione
e capacità di intervento educativo.

Destinatari:

• Salesiani e FMA, che si occupano di educazione/pedagogia (UPS, Auxilium, Centri affiliati IUS degli SDB e ISS delle FMA e studenti di questi Centri);
• Coordinatori di PG e di Formazione Permanente che operano nei Dicasteri e nelle Ispettorie e/o Regioni (SDB, FMA);
• Centri e Gruppi della Famiglia Salesiana;
• Incaricati di PG delle diocesi;
• Religiosi e Religiose di Congregazioni che si occupano di educazione;
• Coloro che fanno parte di Organizzazioni pedagogiche (Scholé, Siped, ecc.), di Associazioni di pedagogisti (ANPE) e di Educatori Professionali Sociali (ANEP), Associazioni della Scuola Cattolica (FIDAE);
• Quanti sono coinvolti in compiti educativi in contesti diversi.

PROGRAMMA

GIOVEDÌ 19 MARZO – SALESIANUM

In mattinata: Arrivi e sistemazione – Registrazione e ritiro Cartella ore 9,00 -14.30

ore 15.00: Apertura del convegno – Presentazione del Convegno

Saluto del Rettor Maggiore Don Ángel Fernández Artime, decimo successore di Don Bosco

PRIMA SESSIONE DI LAVORO – ASCOLTO E CONFRONTO CON LA REALTÀ ATTUALE SFIDE E BISOGNI EDUCATIVI

Presidente: Don Fabio Attard

ore 15.30: LA SITUAZIONE SOCIALE ATTUALE E LE SFIDE EDUCATIVE

• SWAMIKANNU Stanislaus, India, Chennai: Società postmoderna e cambiamenti socioculturali e antropologici
• BIGNARDI Paola, Pontificia Università Salesiana: Cambiamenti sociali e sfide educative.

ore 17.10: Break

ore 17.30: CONDIZIONE GIOVANILE E BISOGNI EDUCATIVI

• QUIRARTE MENDEZ Juan Carlos, Direttore di Ciudad Juarez-Messico: “La condizione attuale dei giovani e i loro bisogni educativi”
• GIACCARDI Chiara, Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano): “Giovani, media digitali e sfide educative”

ore 19.10: Interventi prenotati sulle tematiche della prima sessione: “Call For Papers” Interventi liberi sulle tematiche della prima sessione – Parola ai relatori

ore 20.30: Cena

 

VENERDÌ 20 MARZO – UPS

SECONDA SESSIONE DI LAVORO – IL CONTRIBUTO DEL SISTEMA PREVENTIVO ALL’EDUCAZIONE OGGI

Presidente: Don Carlo Nanni, Rettore Magnifico UPS

ore 9.00:

• PETITCLERC Jean-Marie, directeur de l’Institut de formation professionnelle continue du Valdocco (Francia): Il sistema preventivo ripensato nell’orizzonte (sociale, culturale, educativo) attuale.
• GARCIA Miguel Angel, Dicastero di Pastorale Giovanile degli Sdb: La mediazione educativa per una formazione integrale: La PG salesiana.

ore 10.50: Coffee Break
ore 11.10:

• BORSI Mara, Ambito per la Pastorale giovanile FMA: Il sistema preventivo, “sistema aperto” per dare ai giovani “vita in abbondanza”.
• VOJTAS Michal, Pontificia Università Salesiana: La componente metodologica per l’educazione salesiana attuale.

ore 12.45: Interventi prenotati sulle tematiche della sessione: “Call For Papers” Interventi liberi sulle tematiche della sessione – Parola ai relatori
ore 13.30: PRANZO
ore 15.00

TERZA SESSIONE DI LAVORO – IL SISTEMA PREVENTIVO PER L’EDUCAZIONE DI RAGAZZI E GIOVANI IN SITUAZIONE DI EMARGINAZIONE NEI DIVERSI CONTESTI SOCIALI

Presidente: Consigliera eletta FMA di PG

ore 15.00: Assemblea plenaria

• ZAMPETTI Andrea, Pontificia Università Salesiana: “Educativa di strada, educatore di strada e sistema preventivo”.

ore 15.50: Interventi prenotati sulle tematiche della sessione: “Call For Papers”.
ore 16,20: Coffee Break
ore 16,45: WORKSHOP INTERCONTINENTALI

Le “BUONE PRATICHE”: Esperienze significative dell’impegno educativo per ragazzi e giovani in situazione di emarginazione nei diversi continenti

WORKSHOP N. 1

• MELANDRI Silvia, Direttrice Istituto Superiore di Formazione di Educatori specializzati – ISFES “Laura Vicuña”, Cotonou, Benin: Educatrici ed educatori specializzati: una formazione accademica professionalizzante per essere salesiana-mente con bambine e giovani.
• BEJARANO Rafael, Direttore di Ciudad Don Bosco-Colombia: “Ciudad Don Bosco, una proposta pedagogica per i più bisognosi”.
• KOSHY Thomas (Executive Secretary del Don Bosco National Forum for the Young at Risk (India, 75 centri salesiani che lavorano per i YAR): Il Sistema Preventivo nell’educazione non formale dei giovani a rischio.

WORKSHOP N. 2

• MUKENDI Pascal, Coordinatore Centri Mamma Margherita – Republica Democratica del Congo Lubumbashi: La rete di ragazzi di strada a Lubumbashi.
• SIERRA Sara, Preside Escuela Normal Superior Maria Auxiliadora di Copacabana, Colombia: La formazione degli insegnanti di strada.
• François Le Clère, Direttore di Valdocco France – Chercheur en Sciences de l’Education, CIRCEFT – Université Paris 8: La proposta educativa di Valdocco France.

WORKSHOP N. 3

• MERCADO CAJALES Sergio, Direttore esecutivo della Fondazione Don Bosco-Cile: La “Fundacion Don Bosco Chile” per emarginati e ragazzi di strada
• SOARES DE LIMA Agnaldo, Coordinatore Nazionale della Rete Salesiana (sdbfma) di Azione Sociale (CISBRASIL-Brasilia): La costruzione della Rete delle Opere Sociali.
• AGUIRRE José Luis (Pepelu), Coordinatore nazionale delle Piattaforme sociali in Spagna: La proposta educativo pastorale delle Piattaforme Sociali in Spagna.

WORKSHOP N. 4

• AN SHIN JA Pierina, Direttrice Centro di consulenza psico-pedagogica (Corea del Sud): Auxilium Youth Center, comunità di accoglienza dove si vive il Sistema preventivo.
• BEŠENYEI Peter, Facoltà di pedagogia sociale Salesianum di Žilina Slovacchia: Modello di standard condivisi nell’educazione dei Rom.
• D’ANDREA Giovanni, Presidente della Federazione SCS/CNOS – Salesiani per il Sociale Roma-: L’Ispirazione educativa della Federazione “Salesiani per il Sociale” in Italia.

Oltre ai quattro workshop intercontinentali, si prevede di attivare:
1. Workshop Giovani Protagonisti: universitari, animatori, MGS, ecc.
2. Workshop Docenti di strutture formative in ambito educativo: UPS, Auxilium e Centri affiliati, IUS Education, ISS-FMA , ecc.

ore 19.30: Partenza per la PISANA
ore 20.30: Cena

 

SABATO 21 MARZO – SALESIANUM

QUARTA SESSIONE DI LAVORO – LA FORMAZIONE E LA COMPETENZA PEDAGOGICA

Presidente: Sr. Pina Del Core Preside Auxilium

ore 8.45:

• LECHNER Martin, Direttore dell’Istituto di Pastorale Giovanile Don Bosco, Benediktbeuern (Germania): L’attenzione alla religione nell’educazione e formazione nel contesto attuale.
• LOOTS Carlo e SCHAUMONT Colette, Coordinatori del Centro di Formazione Belgio Nord, La formazione dei collaboratori laici: integrare la pedagogia salesiana nella propria persona e nel lavoro educativo.

ore 10,15: Break
ore 10.30:

• GONZALEZ Oscar, CNSPJ, Coordinacion de Escuelas (Spagna): Progetto Formativo di dirigenti e docenti educatori della Rete delle Scuole SDB e FMA in Spagna.
• JARAMILLO Rubén Dario, Centro di Quito (Ecuador) sulla Formazione Permanente: Presentazione della metodologia dell’offerta della Formazione Permanente nel Centro di Quito.

ore 11.45: CONCLUSIONE DELLA SESSIONE

PELLEREY Michele, Pontificia Università Salesiana: La professionalità educativa e la competenza pedagogica: attenzioni irrinunciabili nell’offerta formativa della FS oggi [La qualità e professionalità pedagogica della formazione salesiana oggi].

ore 12.15: CONCLUSIONE CONVEGNO: Saluto finale della Madre Generale FMA
ore 12.30: SANTA MESSA celebrata dal Rettor Maggiore
ore 13.30: Pranzo