Corso di Alta Formazione in Pastorale Vocazionale 4 ed

L’UPS, attraverso l’Istituto di Pedagogia Vocazionale (IPV) della FSE in partnership con l’Ufficio Nazionale per la Pastorale delle Vocazioni della Conferenza Episcopale Italiana, promuove l’abilitazione professionale dei responsabili della pastorale vocazionale nelle Chiese locali, diocesi, province religiose e negli ambiti correlativi della vita consacrata o delle vocazioni laicali. Il Corso è professionalizzante, e certifica l’acquisizione di conoscenze, abilità e competenze.

Ulteriori informazioni, tramite e-mail all’indirizzo ipv@unisal.it
telefono: +39.06.872.90.600 (lun-ven 9-12.30)




Esame di selezione alla SSSPC per il 2019-20

Per i laureati in Psicologia sono aperte le iscrizioni per la selezione 2019-20 al Corso Quadriennale di Specializzazione in Psicologia Clinica e Psicoterapia.

L’esame di selezione per il 2019-20 avrà luogo mercoledì 2 ottobre 2019, ore 9-15, presso l’Università Pontificia Salesiana, Piazza Ateneo Salesiano 1, 00139 Roma.
Possono accedere alla selezione tutti i laureati in Psicologia provenienti da qualsiasi indirizzo

oppure visita il sito https://ssspc.unisal.it/




Psicoterapie per un nuovo umanesimo

Convegno, il 12-14 aprile 2019 promosso e organizzato dalla Scuola Superiore di Specializzazione in Psicologia Clinica UPS

I dettagli sul sito
https://ssspc.unisal.it/2019/03/15/psicoterapie-per-un-nuovo-umanesimo/




Fare formazione. Dalla progettazione educativa…

Corso di perfezionamento. Anche quest’anno riparte la nuova edizione del corso Fare Formazione: dalla progettazione formativa alla gestione d’aula. Per ulteriori informazioni ed iscrizioni vedi allegato o rivolgersi a email corsoproforma@unisal.it  oppure telefonare a 3331986311.   




Corso di Alta Formazione in Pastorale Vocazionale 3 ed

(Roma UPS, 8/10/2018). L’UPS, attraverso l’Istituto di Pedagogia Vocazionale (IPV) della FSE in partnership con l’Ufficio Nazionale per la Pastorale delle Vocazioni della Conferenza Episcopale Italiana, promuove l’abilitazione professionale dei responsabili della pastorale vocazionale nelle Chiese locali, diocesi, province religiose e negli ambiti correlativi della vita consacrata o delle vocazioni laicali. Il Corso è professionalizzante, e certifica l’acquisizione di conoscenze, abilità e competenze.

Entro il 30 ottobre 2018, tramite e-mail all’indirizzo ipv@unisal.it.




Diploma 1° livello – “Intercultura, teorie e prassi degli interventi socio-educativi per i migranti”

Roma, 20 Aprile 2018. In data 17 Aprile stata presentata in conferenza stampa presso gli ex Salesiani di Faenza la prima edizione del Diploma di 1° livello in “Intercultura, teorie e prassi degli interventi socio-educativi per i migranti”. Sono intervenuti per l’occasione: Andrea Fabbri, Presidente di Faventia Sales; Andrea Luccaroni, Assessore all’Inclusione sociale del Comune di Faenza; Massimo Caroli, Presidente dell’Asp della Romagna Faentina; Nicolò Pisanu, Presidente dell’Istituto Universitario Progetto Uomo; Monsignor Mario Toso, Vescovo della Diocesi di Faenza-Modigliana.
Il Master è organizzato da Faventia Sales, in collaborazione con l’Unione dei Comuni della Romagna Faentina e l’Azienda per i servizi alla persona della Romagna Faentina, su proposta dell’Istituto Superiore Universitario di Scienze psicopedagogiche e sociali “Progetto Uomo”, affiliato alla Facoltà di Scienze dell’educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma.

 “Il Master si propone di preparare un professionista polivalente nonché un mediatore culturale che sia in grado di operare e di svolgere ruoli di responsabilità nei servizi socio-educativi – ha spiegato Nicolò Pisanu -, di intervenire in organizzazioni pubbliche o private, nella gestione e coordinamento della complessa articolazione di pratiche e politiche destinate all’inclusione di migranti e richiedenti asilo, a vantaggio delle comunità locali”.

L’obiettivo è di creare un profilo professionale adeguato a un settore che esige capacità di analisi dei contesti in cui si attuano le iniziative a sostegno del territorio e di una efficace ed effettiva integrazione dei migranti. In particolare laddove occorre stimolare e integrare tra loro capacità di comprensione di realtà composite ed eterogenee, continua attenzione per la connessione tra dinamiche locali e processi globali, attitudine alla progettazione e co-progettazione.

Un’opportunità per Faenza nata dalla volontà del Presidente dell’ASP Massimo Carolie dell’Assessore Andrea Luccaroni, che hanno visto in questo Master “una occasione per migliorare la qualità e la professionalità dei servizi di accoglienza della nostra comunità e in tutta la Romagna”, come rimarcato nel corso della conferenza stampa.Un’iniziativa che risponde inoltre “alla necessità di interagire tra individui – come sottolineato da Monsignor Mario Toso -, per poter formare una società armoniosa”.

“Faventia Sales ha accolto con piacere questa opportunità -ha aggiuntoAndrea Fabbri – in primo luogo perché, grazie anche al sostegno del Vescovo Mons. Toso, che ne è stato Rettore, portiamo a Faenza una realtà universitaria privata e proprio l’Università Pontificia Salesiana, che contribuisce ad arricchire la realtà formativa del complesso e a potenziare sempre più l’uso delle strutture. In segondo luogo per la scelta del tipo di Master, innovativo e coraggioso nella proposta didattica, ma di grande importanza strategica in linea con la mission di Faventia Sales, di educazione, integrazione e di attenzione al dialogo. Se vogliamo più sicurezza dobbiamo partire dalla costruzione del senso di cittadinanza e dunque da un coinvolgimento attivo degli ultimi, che vada oltre la mera accoglienza”.

CHI PUÒ ISCRIVERSI

Possono iscriversi cittadini italiani e non italiani con una buona preparazione di base e/o esperienza sul campo, provenienti dai corsi di laurea in Scienze dell’educazione o della formazione, oppure coloro che hanno un percorso universitario caratterizzato da studi nelle discipline pedagogiche, psicologiche, antropologiche, sociologiche, del servizio sociale, filosofiche e giuridiche.Il Master è inoltre idoneo per l’aggiornamento dei docenti.

IL CORSO

Il corso si terrà nell’anno accademico 2018-2019 e verrà attivato al raggiungimento di un minimo di 25 partecipanti. L’attività formativa spazia dai temi culturali a quelli normativi, fino alle questioni gestionali e socio-assistenziali; comprende inoltre un tirocinio supervisionato. Si prevede l’acquisizione di 60 crediti complessivi e la possibilità di riconoscimento di crediti acquisiti in altre esperienze, con frequenza alle lezioni obbligatoria per il conseguimento del titolo o degliattestati (2/3 dellepresenze, tranne in caso di piano studipersonalizzato concordato con la presidenza). Le lezioni si svolgeranno il giovedì e venerdì dalle 9 alle19,il sabato dalle 9 alle 18 (è prevista la pausa pranzo).

INFO

Per ulteriori informazioni, per il calendario didattico e per le iscrizioni rivolgersi alla segreteria di Faventia Sales, in via San Giovanni Bosco 1 a Faenza, telefono 0546 697546, email master@faventiasales.it , oppure consultare il sito www.istitutoprogettouomo.it




Diploma 2° livello per Supervisore ABA/VB

Roma, 26 Febbraio 2018. L’Istituto di Psicologia dell’Università Pontificia Salesiana in collaborazione con l’Istituto Walden offre un diploma di 2° livello (master specialistico) per “Supervisore dei programmi di Applied Behavior Analysis – Verbal Behavior (ABA-VB) nel trattamento precoce dei disturbi dello spettro autistico”. Il corso è rivolto ai laureati in Psicologia o Medicina e Chirurgia (medici con abilitazione alla Psicoterapia) e permette di operare nella Supervisione in interventi precoci ed intensivi nello spettro autistico, nell’attività libero professionale per valutazioni al trattamento riabilitativo o abilitativo nel campo delle problematiche dello sviluppo.
Per informazioni scrivi a masteraba@unisal.it
Per il bando clicca qui: masteraba.unisal.it
Clicca qui per la locandina del master




Corso di perfezionamento. Tutor dell’apprendimento per studenti con DSA

L’Istituto di Metodologia didattica e della comunicazione della FSE organizza la seconda edizione del corso di perfezionamento dal titolo “Il Tutor dell’Apprendimento per gli Studenti con DSA”.

Il Corso di Perfezionamento intende rispondere alle esigenze del contesto sociale in cui si trovano allievi con particolare difficoltà nella lettura, nella scrittura e nel calcolo. Tali difficoltà incidono sullo studio e sul rendimento scolastico in generale e spesso, causano problemi di autogestione o di adattamento. Il sostegno da parte di figure competenti costituisce, in queste situazioni, un fattore che favorisce l’inclusione e lo sviluppo equilibrato di abilità necessarie, nonché la crescita generale della persona.

Lo scopo principale del corso è quindi, fornire le conoscenze teoriche e gli strumenti metodologici necessari al partecipante per diventare Tutor dell’apprendimento, figura che si è affermata dopo la Legge 8 ottobre 2010 n° 170 sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA). Tale figura: sostiene i processi di assimilazione attraverso l’accompagnamento qualificato nei compiti a casa, mirando al graduale incremento dell’autonomia dello studente con DSA; facilita i processi comunicativi tra Famiglia, Scuola e Servizi, contribuendo alla realizzazione di efficaci interventi sinergici.

Il calendario degli incontri: 28 ottobre; 11, 18 novembre; 2, 16 dicembre; 20 gennaio; 17 febbraio. Per ulteriori informazioni rivolgersi al seguente indirizzo: dsa@unisal.it.




Master per educatori di adolescenti

Istituto di Catechetica dell’UPS propone il “Master di 1° livello per Educatori di Adolescenti“. L’esigenza di sostenere e accompagnare le Chiese locali nel rinnovamento dei processi di educazione alla fede relativi alla fascia degli adolescenti (14-19 anni), in un orizzonte che privilegia l’educazione integrale del «buon cristiano e onesto cittadino», spinge l’Istituto di Catechetica della Facoltà di Scienze dell’Educazione (FSE) dell’Università Pontificia Salesiana (UPS), su richiesta e in collaborazione con l’Ufficio Catechistico Nazionale (UCN) e il Servizio Nazionale per la Pastorale Giovanile (SNPG) della Conferenza Episcopale Italiana, a proporre un Master di primo livello per educatori degli adolescenti in ambito ecclesiale. La proposta risponde anche al sentito bisogno di una qualificazione specifica e di aggiornamento per i Direttori degli Uffici Catechistici e del Servizio per la Pastorale Giovanile nell’ambito delle Diocesi italiane e per i collaboratori che li affiancano a vari livelli nell’animazione pastorale e catechistica diocesana. Questo Master vuole essere un contributo dell’Istituto di Catechetica alla Chiesa italiana nel contesto e in preparazione al Sinodo dei Vescovi del 2018: i giovani, la fede e il discernimento vocazionale.

Il Master, con finalità di aggiornamento nelle scienze dell’educazione e di formazione specifica nella metodologia catechetico-pastorale, intende abilitare le persone indicate dall’Ordinario all’assunzione di responsabilità e coordinamento a livello diocesano e parrocchiale della pastorale e catechesi con gli adolescenti. Il Master è rivolto a Direttori e Collaboratori degli Uffici Catechistici Diocesani (UCD) e del Servizio di Pastorale giovanile Diocesano (SPGD) e a Educatori che svolgono un servizio negli Oratori e Centri Giovanili (OCG).

Per accedere come studenti Ordinari al Master si richiede il Baccalaureato/Laurea in Filosofia o Teologia o Scienze dell’Educazione o, più in generale, Scienze umane. Possono essere ammessi come Ospiti quegli studenti che hanno un “curriculum vitae” ritenuto idoneo dal Direttore del Master. In linea con gli intenti del progetto, il Master intende garantire non solo la conoscenza dei contenuti ma la capacità di padroneggiarli, elaborarli, gestirli e applicarli. Il Master prevede delle aree tematiche e contenuti della formazione, offerti nelle lezioni frontali, approfonditi e sperimentati poi nei laboratori e nel tirocinio. Il Master, con forte accentuazione applicativa è strutturato in 1500 ore, pari a 60 ECTS.

Il Master ha una durata di 15 mesi (settembre 2017 – dicembre 2018), con la frequenza così distribuita:
– [Tre settimane intensive di 5 giorni] 11-15 settembre 2017; 9-13 febbraio 2018 e 7-11 (14-18) settembre 2018.
– [Due incontri di 3 giorni] 13-15 novembre 2017 e 11-13 maggio 2018 (lunedì-mercoledì).
Sede del Master sarà l’Università Pontificia Salesiana, Piazza dell’Ateneo Salesiano, 1 – 00139 ROMA.
Per informazioni e Iscrizioni: Indirizzo mail: master.catechetica@unisal.it
Pagina web: rivistadipedagogiareligiosa.it

1. La proposta e le sue motivazioni

L’esigenza di sostenere e accompagnare le Chiese locali nel rinnovamento dei processi di educazione alla fede relativi alla fascia degli adolescenti (14-19 anni), in un orizzonte che privilegia l’educazione integrale del «buon cristiano e onesto cittadino»,[1] spinge l’Istituto di Catechetica della Facoltà di Scienze dell’Educazione (FSE) dell’Università Pontificia Salesiana (UPS), su richiesta e in collaborazione con l’Ufficio Catechistico Nazionale (UCN) e il Servizio Nazionale per la Pastorale Giovanile (SNPG) della Conferenza Episcopale Italiana, a proporre un Master di primo livello per educatori degli adolescenti in ambito ecclesiale.

La proposta risponde anche al sentito bisogno di una qualificazione specifica e di aggiornamento per i Direttori degli Uffici Catechistici e del Servizio per la Pastorale Giovanile nell’ambito delle Diocesi italiane e per i collaboratori che li affiancano a vari livelli nell’animazione pastorale e catechistica diocesana.

(«Educazione» ed «Educatori»: osservazione sull’uso dei concetti: Trattandosi di un «Master di primo livello», sia il concetto di «educazione» che quello di «educatori» si adoperano in relazione a questo primo e fondamentale senso: processi di crescita e maturazione integrale dell’adolescente. In secondo luogo, tali processi si specificano in rapporto all’insieme di dinamismi che si intrecciano nel cammino catechistico e pastorale di «educazione alla fede». Infine, la specificazione di questi dinamismi si trova definita, da un lato, nelle «aree tematiche» e, dall’altro, nelle prassi vincolate sia alle esercitazioni che al tirocinio.)

2. Obiettivi formativi

Il Master, con finalità di aggiornamento nelle scienze dell’educazione e di formazione specifica nella metodologia catechetico-pastorale, intende abilitare le persone indicate dall’Ordinario all’assunzione di responsabilità e coordinamento a livello diocesano e parrocchiale della pastorale e catechesi con gli adolescenti.

In particolare, intende qualificare l’Educatore in percorsi di maturazione umano-cristiana degli adolescenti, che:

  • Possiede conoscenze catechetico-pastorali di tipo teologico-pedagogico-comunicative aggiornate sullo specifico mondo degli adolescenti;

  • È capace di accompagnare e facilitare i processi di apprendimento, inserimento e integrazione degli adolescenti in contesti di educazione permanente;

  • È capace di applicare i principi della progettazione catechetico-pastorale ed è in grado di elaborare programmi concreti di azione nello specifico ambito dell’adolescenza, assumendo anche ruoli di coordinamento;

  • È informato ed è capace di utilizzare in modo appropriato e critico le strumentazioni catechetico-pastorali elaborate per accompagnare itinerari formativi per adolescenti;

  • È in grado di cooperare alla pianificazione e alla gestione di servizi di rete nel territorio; e le esplica presso servizi pubblici e privati educativi per lo sviluppo della persona e del territorio.

3. Destinatari

Il Master è rivolto a Direttori e Collaboratori degli Uffici Catechistici Diocesani (UCD) e del Servizio di Pastorale giovanile Diocesano (SPGD) e a Educatori che svolgono un servizio negli Oratori e Centri Giovanili (OCG).

4. Condizioni di ammissione e titolo

Per accedere come studenti Ordinari al Master si richiede il Baccalaureato/Laurea in Filosofia o Teologia o Scienze dell’Educazione o, più in generale, Scienze umane. Possono essere ammessi come Ospiti quegli studenti che hanno un “curriculum vitae” ritenuto idoneo dal Direttore del Master.

È richiesta inoltre una Lettera di presentazione da parte dell’Ordinario, per i presbiteri e i laici, o del/la Superiore/a per i religiosi/e.

Alla fine del Master, per gli studenti Ordinari che hanno ottemperato alle condizioni previste, si rilascia il Diploma del Master. Per gli Ospiti è previsto un Attestato di partecipazione al Master.

Il numero minimo d’iscritti per l’attivazione del Master è di 25 e il numero massimo di 40 unità. Se necessario (per un numero di richieste superiori a 40), potrà esserci una selezione per definire il numero dei partecipanti

5. Durata e frequenza

Il Master ha una durata di 15 mesi (settembre 2017 – dicembre 2018), con la frequenza così distribuita:

– [Tre settimane intensive di 5 giorni] 11-15 settembre 2017; 9-13 febbraio 2018 e 7-11 (14-18) settembre 2018.

 – [Due incontri di 3 giorni] 13-15 novembre 2017 e 11-13 maggio 2018 (lunedì-mercoledì).

Sede del Master sarà l’Università Pontificia Salesiana, Piazza dell’Ateneo Salesiano, 1 – 00139 ROMA.

La frequenza alle lezioni in presenza e in distanza è obbligatoria e per il conseguimento del Master si richiederà non meno del 75% di presenza.

Indirizzo email: master.catechetica@unisal.it

6. Organizzazione formativa

In linea con gli intenti del progetto, il Master intende garantire non solo la conoscenza dei contenuti ma la capacità di padroneggiarli, elaborarli, gestirli e applicarli.

Il Master, che prevede lezioni di didattica frontale e formazione a distanza, con forte accentuazione applicativa, con relative ore di studio personale documentato su testi, dispense, materiale didattico fornito dai docenti, è strutturato in 1500 ore, pari a 60 ECTS, di cui:

– 20 ECTS di didattica frontale con incontri residenziali;

– 16 ECTS di integrazione con formazione a distanza (e-learning);

– 14 ECTS di Tirocinio;

– 10 ECTS per il lavoro finale.

I docenti saranno congiuntamente indicati dai due organismi proponenti, salvaguardate le norme accademiche. Il Direttore del Master valuterà la possibilità di riconoscimento di crediti acquisiti (fino a un massimo di 10), con conseguente riduzione del carico formativo a chi ha già partecipato a corsi di perfezionamento, svolti da università o enti di ricerca e di cui si offrirà idonea attestazione.

7. Programma didattico

Il Master prevede delle aree tematiche e contenuti della formazione, offerti nelle lezioni frontali, approfonditi e sperimentati poi nei laboratori e nel tirocinio, realizzati in modalità blended, tesa a valorizzare nel progetto didattico sia i punti forza della formazione in presenza che la specificità della formazione a distanza (blended learning – asincrona – quale modalità di erogazione didattica). Le lezioni (20 ECTS, pari a 500 ore di cui 160 frontali) toccheranno le seguenti aree tematiche e argomenti:

 Esercitazione–«Laboratori e-learning»

Le tematiche affrontate nelle lezioni troveranno ulteriore sviluppo in una serie di esercitazioni/laboratori [16 ECTS, pari a 400 ore], coordinati da uno o più tutor e realizzati in modalità di «formazione blended», essenzialmente in modalità asincrona, senza escludere la possibilità di qualche esperienza in modalità sincrona che preveda qualche «classe virtuale».

Si prevede, quindi, l’affiancamento di una piattaforma tecnologica (Edmodo) alla didattica tradizionale in presenza, con l’obiettivo sia di favorire il passaggio di interventi e materiali didattici aperti dai docenti agli studenti, che di istaurare tra gli stessi delle forme telematiche di comunicazione e ricevimento (valorizzando le potenzialità delle tecnologie informatico-didattiche, in particolare la multimedialità, l’interattività con i materiali didattici, l’accessibilità dei contenuti e la flessibilità della fruizione da parte dello studente).

 Questi «laboratori» (esercitazione in modalità e-learning), affidati a diversi tutor, implicano la progettazione della struttura del laboratorio in funzione degli obiettivi dell’esercitazione e dei contenuti di insegnamento che presuppongono, così come della modalità didattica erogativa. In ogni caso, i laboratori comprendono processi di apprendimento collaborativo – in modalità simili alla learning community o agli strumenti di comunicazione – e attività in autoapprendimento, altre risorse libere (testi, ecc.).

Lavoro previo tra i professori

Tanto i professori implicati nelle differenti aree tematiche come, soprattutto, quelli incaricati delle diverse esercitazioni dovranno fare un lavoro previo con due obiettivi fondamentali: uso della piattaforma nella prospettiva del blended learning; logica e strutturazione della modalità di valutazione («ePortfolio»). Infine, un altro lavoro previo all’inizio del Master riguarda i responsabili dei tirocini, con i quali si dovrà preparare, specificare il processo di accompagnamento/verifica e la valutazione; nella misura possibile, si cercherà anche di introdurre tutto il cammino del tirocinio nella logica sia del blended learning che dell’«ePortfolio».

I nuclei tematici di esercitazione sono i seguenti:

1 Animazione e accompagnamento degli adolescenti [A. Romano] 2 ECTS
2 Comunità e relazioni educative [S. Emad] 2 ECTS
3 Itinerari kerigmatico-liturgici [C. Pastore] 2 ECTS
4 Inter/multiculturalità [J.L. Moral] 2 ECTS
5 Comunicazione digitale [R. Butera] 2 ECTS
6 Didattica per competenze e sussidiazione [D. Drzadziel] 2 ECTS
7 Inclusione [V. Donatello] 2 ECTS
8 Progettazione [U. Montisci] 2 ECTS

Il tirocinio [14 ECTS pari a 350 ore] costituisce la palestra nella quale raffinare le competenze maturate in precedenza. Lo studente potrà scegliere tra una delle seguenti aree:

A Oratorio [UNPG]
B Parrocchia [CEI]
C Scuola [M. Wierzbicki]
D Strada [A. Zampetti]
E Comunicazione [TV 2000]
F Volontariato [CEI]
G Sport (CSI – A. Albertini)

8. Costi

La quota d’iscrizione per l’intera attività formativa è di 1.300,00 euro, pagabile in 3 rate.

Il versamento si faccia unicamente mediante i moduli di c/c postale forniti dalla Segreteria Generale, oppure attraverso il bonifico bancario intestato a: Pontificio Ateneo Salesiano, p.zza Ateneo Salesiano 1, presso la Banca Popolare di Sondrio, Agenzia 19 di Roma.

IBAN: IT76T0569603219000004600X29

9. Valutazione

La valutazione del Master si farà in base a un «ePortfolio» o portfolio digitale come lavoro finale dove raccogliere tutto il processo del master e rendere visibile non solo il risultato ottenuto ma anche il percorso che ne ha consentito il raggiungimento.

La preparazione del «ePortfolio» è legata specificamente a uno dei «laboratori e-learning» (Didattica per competenze) dove si farà la sperimentazione concreta di questa metodologia di lavoro attraverso il software «Mahara».

10. Staff

Direttore del Master: C. Pastore (Direttore ICa).

Vice Direttori del Master: M. Falabretti; P. Sartor

Coordinamento didattico: U. Montisci – J. L. Moral

Comitato scientifico: équipe ICA

Segreteria del Master: Angela Maluccio

Note:

[1] La formula è l’espressione sintetica dell’«umanesimo educativo» di don Bosco, che innerva l’intera proposta formativa dell’UPS




Master in valutazione psicodiagnostica

La Facoltà di Scienze dell’Educazione UPS attraverso l’Istituto di di Psicologia, offre un Master di II° livello di valutazione psicodiagnostica, di orientamento scolastico-professionale e vocazionale. Co-direttori: Prof. Crea Giuseppe (Università Pontificia Salesiana), Prof.ssa Maresca Laura (Università Pontificia Salesiana). Più nello specifico, saranno introdotti diversi contesti applicativi della valutazione diagnostica della personalità con riferimento all’ambito clinico, dell’orientamento scolastico-professionale e del discernimento vocazionale. Gli strumenti di rilevazione saranno presentati nel loro costrutto concettuale e nell’applicazione pratica. A conclusione del Master sarà rilasciato dalla Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontifica Salesiana un Diploma di Master universitario di II livello in Psicodiagnostica (60 ECTS). Nel percorso lo studente conoscerà le principali teorie relative ai diversi strumenti diagnostici; sarà in grado di descrivere e classificare i diversi disturbi psicopatologici, in vista della stesura di una psicodiagnosi; sarà in grado di condurre un colloquio clinico; di scegliere e somministrare gli strumenti diagnostico-valutativi opportuni; di restituire gli esiti della psicodiagnosi nel contesto familiare, scolastico, professionale, vocazionale.

Natura e Finalità

Il Master si propone di fornire le basi di conoscenza dei vari strumenti psicodiagnostici e/o di assessment, e della loro applicazione in alcune delle situazioni più attuali della professione di psicologo, con una particolare attenzione agli aspetti pedagogici ed educativi che caratterizzano i percorsi educativi dell’Università Salesiana. In particolare:
–    L’ambito clinico.
–    L’ambito familiare.
–    L’orientamento professionale-scolastico.
–    Selezione delle risorse umane.
–    Il discernimento vocazionale.
Una particolare attenzione è dedicata agli aspetti pedagogici ed educativi che caratterizzano i percorsi accademici della Università Salesiana: ambito clinico e familiare, orientamento professionale-scolastico, selezione delle risorse umane, discernimento vocazionale.

Obiettivi formativi

Il Master sarà strutturato in modo da conseguire delle competenze teoriche e pratiche. In particolare, alla sua conclusione, conseguirà i seguenti obiettivi:

  • Conoscenze specifiche: lo studente conoscerà le principali teorie relative ai diversi strumenti diagnostici; sarà in grado di descrivere e classificare i diversi disturbi psicopatologici, in vista della stesura di una psicodiagnosi.

  • Competenze specifiche: lo studente sarà in grado di condurre un colloquio clinico; di scegliere e somministrare gli strumenti diagnostico-valutativi opportuni; di restituire gli esiti della psicodiagnosi nei contesti familiare, scolastico, professionale, vocazionale.

Profilo professionale al termine del Master

La figura professionale formata dal Master in Psicodiagnostica avrà alcune caratteristiche conoscitive e funzionali relative alle diverse tecniche testistiche, differenziate per area di applicazione. Avrà la capacità di somministrare, siglare e interpretare alcuni fra i più importanti questionari e reattivi dedicati all’età evolutiva e all’età adulta.

Sbocchi professionali

Gli sbocchi professionali di tale qualifica sono: nell’attività di Psicologo della scuola, nell’ambito dell’orientamento come consulente per le valutazioni attitudinali, scolastiche e della selezione del personale, nell’attività di Psicologo Penitenziario, nell’attività libero professionale per valutazioni al trattamento riabilitativo o psicoterapeutico, nel campo del discernimento vocazionale.

Co-direzione

Prof. Giuseppe Crea e Prof.ssa Laura Maresca

Comitato scientifico

Prof. Michele Pellerey
Prof. Llanos Mario Oscar
Prof. Anthony Francis-Vincent
Prof.ssa Cinzia Messana
Prof.ssa Federica Santamaria
Prof. Daniele Bruzzone
Prof. Salvatore Geraci

Struttura didattica

I moduli formativi saranno così articolati:
• Il primo è incentrato sui fondamenti psicoeducativi della psicodiagnosi, secondo una concezione aperta della Persona e secondo le nuove indicazioni psicodiagnostiche del DSM-5.
• I moduli 2-9 sono inerenti le diverse   metodologie e le aree applicative (tecniche psicodiagnostiche strutturate, tecniche di indagine della personalità, ambito della consulenza familiare e della genitorialità, orientamento scolastico, professionale e vocazionale).
• Il modulo 10 riguarda il processo di restituzione. È ammessa la possibilità di partecipazione ai singoli moduli; le relative date saranno pubblicate sul sito.

Struttura didattica

I moduli formativi saranno così articolati:
Modulo 1:    Elementi generali di psicodiagnostica   
Modulo 2:    La valutazione psicodiagnostica in ambito clinico e dello sviluppo atipico   
Modulo 3:    Test strutturati di personalità nei contesti clinici e aziendali   
Modulo 4:    Le scale di Wechsler
Modulo 5:    Scale per la psicopatologia dell’adolescente e dell’adulto
Modulo 6:    Il Rorschach
Modulo 7:    I reattivi grafici
Modulo 8:    Elementi di psicodiagnostica nella consulenza familiare e della genitorialità
Modulo 9:    La psicodiagnosi nell’orientamento scolastico-professionale, nella selezione del personale e nel discernimento vocazionale. La valutazione neuropsicologica dello sviluppo e delle demenze
Modulo 10:  La restituzione finale

Organizzazione, sede e costi

Per iscriversi al Master è necessario prenotarsi alle selezioni compilando la domanda di pre-iscrizione disponibile qui:

L’ammissione al Master avverrà sulla base dell’analisi dei curricula, dei titoli accademici, scientifici e del superamento di un colloquio motivazionale.
Le lezioni e le esercitazioni si terranno in un weekend al mese, nel giorni di Venerdì (14.30-19.30) e Sabato(8.30-13.30 e 14.30-19.30).
La sede per l’attività didattica è l’Università Pontificia Salesiana (piazza Ateneo Salesiano 1 – Roma).
Il corso di Master ha un costo di € 2.600.

Requisiti e livello d’accesso

Il Master si rivolge a quanti posseggono la Laurea Specialistica o Magistrale in Psicologia, in Scienze Cognitive, ai laureati in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Psicologia Clinica e/o in Psicoterapia. Possono essere ammessi alla frequenza di specifici moduli previa valutazione favorevole da parte della Direzione, in qualità di uditori, quanti posseggono la Laurea in materie attinenti l’ambito della formazione psico-pedagogica, interessati all’approfondimento di specifici argomenti e che desiderano arricchire la propria preparazione professionale.

Segreteria e contatti

La segreteria del Master è contattabile presso l’ufficio docenti invitati di Psicologia dell’Università Salesiana, secondo i seguenti orari:
mercoledì ore 10.00-19.00, telefonando al 345/0418656
Contatto mail: masterpsicodiagnosticaups@unisal.it

Titolo finale

A conclusione del Master sarà rilasciato un Diploma di Master universitario di II livello in Psicodiagnostica (60 ECTS). Il titolo è rilasciato dalla Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontifica Salesiana di Roma. Ai frequentatori di singoli moduli verrà rilasciato un Attestato di frequenza relativo alla specifica area modulare seguita, firmata dal Direttore del Master e dal Preside della Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione.

Contatti

Università Pontifica Salesiana
Piazza Ateneo Salesiano 1, 00139 Roma
Telefono: 345/0418656